28 Mag

La giusta alimentazione del Cavallo sportivo nell’Equitazione

  • maggio 28, 2016

Il Circolo Ippico Flaminio, una delle migliori Scuole di Equitazione a Roma, attentissima principalmente al benessere del Cavallo, vuole sottolineare e far capire quanto sia determinante l’alimentazione di questo meraviglioso animale e quanto incida nello svolgersi della preparazione atletica.

I Cavalli dei Privati che si iscrivono alla Scuola di Equitazione del Circolo, con cui si svolgono le lezioni, spesso presentano uno stato di errata nutrizione che indubbiamente influisce sull’allenamento e sulle prestazioni degli atleti.

Lo staff del Circolo Ippico Flaminio, composto da Istruttori Federali, Veterinari e Maniscalchi di elevata esperienza, riescono, a vario titolo, con un colpo d’occhio a stabilire lo stato di benessere del Cavallo e capire le eventuali alterazioni nutritive e fisiche da correggere, al fine di ristabilire in breve tempo l’ottimale salute del Cavallo, pronto così a dare il massimo rendimento nelle lezioni e nelle gare di Equitazione.

L’aspetto del Cavallo con un peso ottimale ha determinate caratteristiche che si esplicitano in: posteriore piatto senza creste o pieghe, costole non distinguibili alla vista ma facilmente individuabili al tatto, collo e spalle attaccate armoniosamente e il garrese arrotondato sui processi spinosi delle vertebre.

La giusta alimentazione del Cavallo deve essere calibrata in base a molti fattori circostanziali come peso, età, sesso, razza, clima, stagione e proporzionalmente all’attività fisica a cui è sottoposto l’Equino.

Tenendo conto delle variabili caratteristiche, delle condizioni climatiche e della frequenza dell’allenamento, il Cavallo viene alimentato 2 o 3 volte al giorno con fieno, principale alimento, con mangimi o concentrati (da calibrare al fabbisogno energetico) e qualora le condizioni fisiche del Cavallo lo richiedessero la somministrazione di integratori alimentari.

L’acqua non deve mai mancare e deve essere potabile, di buona qualità e sostituita con frequenza per evitare insalubri ristagni; un’attenzione particolare all’abbeveraggio va rivolta quando il Cavallo è accaldato e sudato, magari alla fine di un allenamento intensivo o di una gara, deve prima raffreddarsi e poi bere a volontà per evitare coliche dolorose e collassi.

Un piano nutrizionale adeguato è sinonimo di salute e benessere che il Cavallo manifesta con entusiasmo nel mangiare, un alto grado di attenzione e reattività, pelo lucido, occhi ben aperti e privi di lacrimazione e regolarità intestinale.

Il Circolo Ippico Flaminio mette a disposizione dei suoi iscritti con Cavallo Privato tutte le competenze del suo staff, per garantire il benessere dell’animale e poter svolgere gli allenamenti atletici nelle condizioni più favorevoli alla conquista di gratificanti risultati nell’Equitazione.